Poesia dell’alchimia uterina

Virtuoso cantaro di vita,
che l’ondeggiare delle tue acque rimanga tiepido e cristallino
che non esista veleno capace di intorbidire la tua antica medicina
e nemmeno scorpioni ereditati che possano ostruire le tue caverne nascoste
che solo si annidi in te, ciò che appartenga al tuo spirito e si allinei alla verità della tua anima.
Cantaro possente,
che i tuoi meandri mantengano vivi e forti, i tuoi animali di potere
che il giaguaro, il colibrì, il serpente ed il condor, ti facciano visita e ti guidino in sogno, attraverso quelle lingue inventate che solo la tua anima potrà comprendere.
Che ognuno di loro ti benedica con la magia che ti appartiene dal momento il cui li hai avuti tatuati tra le ciglia.
Cantaro di luce,
barattolo delle storie, baule dell’anima familiare, scrigno della dea madre
che non ti manchino mai racconti dolci e sorridenti da raccontare a te stessa prima di addormentarti
perfino al centro del caos più minaccioso e vorticoso, che tu possa sempre avere una parola per accoglierti ed essere la tua propria guardiana mentre dormi.
Ricorda cara donna, sei una cassa di tesori e in te l’universo intero si registra e vibra
per questo ti auguro, che con ogni tuo sangue, tu possa rendere fertile il tuo giardino, con tutto ciò che dà vita ai tuoi sogni di bimba
Aldilà delle tue ferite ereditate e delle paure antiche, dentro di te esiste un portale della creazione
perciò c r e d i e soprattutto c r e a.
La tua anima attende la manifestazione delle creazioni che prima di nascere ti hanno scelto
tutti questo semi aspettano di essere guardati negli occhi
solamente per rifugiarsi tra le tue fertili terre uterine
ed essere partoriti con la forza di madre terra in un corpo di donna.
Cantaro di cammini e mappe di viaggi,
che la tua bussola intima possa condurti verso quei luogho così inaspettati ma sempre propizi per te
che nel cammino all’interno del tuo bosco uterino ci siano terre fertili che nutrano tutte le amorevoli sementi
e ti auguro naturalmente che in ognuno dei viaggi che intraprenderai
IL VENTO SOFFI A TUO FAVORE, OGGI E SEMPRE, GUIDANDOTI CON IL SUSSURRO DELLE NONNE STELLE.


Di Ximena Nohemi | Cantaro Sagrado | Scritta il 17 gennaio, 2018

Condividere contenuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *